martedì 19 settembre 2017

Il ritorno di Banack



Dopo circa un quarto di secolo, sono tornato a scrivere una sceneggiatura di Zagor. Si è trattato di una collaborazione "una tantum", di cui avevo già parlato qui. Ora il volumotto (288 pagine al prezzo di 6 euro e 90; vedete qui sopra la copertina) è in edicola e chi vuole togliersi la curiosità di sapere come si erano conosciuti Zagor e Banack può farlo. I miei testi sono stati affidati all'esperta mano di Romeo Toffanetti, di cui vedete qui sotto una tavola.



L'indiano dalla testa dipinta di nero è protagonista anche della storia-cornice scritta da Moreno Burattini e disegnata da Raffaele Della Monica, perciò parlare di "ritorno" non è assolutamente fuori luogo.
Ecco un veloce sommario delle storie contenute nel MaxiZagor: oltre a quella di Moreno che "contiene" le altre, compresa la mia, sull'albo troverete "Memorie del passato" di Contu e Mangiantini, "Voci sepolte" di Di Orazio e Sedioli, "Sette passi" di Mignacco e Bastianoni e "Brezza di Luna", ancora di Burattini coi disegni di Airaghi. La copertina è del titolare Piccinelli.



Che dire? Sono contento di aver contribuito al doppio recupero di un personaggio che può avere ancora molto da dire e far vedere. Ringrazio per questo quel lettore che, su Facebook, ormai diversi anni fa, sollevò il problema del mancato racconto dell'incontro tra lo Spirito con la Scure e l'irochese, facendomi sentire "in debito" verso gli appassionati.
Ora posso tornare serenamente a occuparmi di altri fumetti e romanzi, ma non prima di aver festeggiato l'occasione con un piccolo regalo per super appassionati e curiosi: visto che ora la tecnologia lo consente, in una nuova pagina del mio blog pubblico la sceneggiatura originale. Se volete, potete divertirvi come su La Settimana Enigmistica a "trovare le differenze" con la versione pubblicata.
Buona (doppia) lettura.


1 commento:

  1. Complimenti Marcello! Bellissima storia sviluppata in poche pagine. Non ho letto tutta la tua sceneggiatura originale in modo puntiglioso, ma un po' velocemente, e mi pare che sia stata rispettata. Belli i disegni di Toffanetti. Grazie!

    RispondiElimina